L'Aquila
L'Aquila | Echino @ pixelio.de

Un uomo - si dice - catturò una giovane aquila nella foresta.

La portò a casa e la mise tra i suoi polli nel pollaio. Le diede mangime per polli da mangiare, anche se era un'aquila, il re dei cieli!

Dopo alcuni anni, una volta venne un naturalista a trovarlo. Vide l’aquila e disse: ". Quell’uccello non è un pollo, ma un'aquila" "Sì," disse l'uomo, "è vero, ma io lo ne ho fatto un pollo, ora non è più un'aquila, .. ma un pollo. "" No ", disse l'altro," E 'ancora un'aquila, perché ha il cuore di un'aquila e questo lo porterà di nuovo a volare in aria. "" No, no ", disse l'uomo, "E 'ormai diventata un vero e proprio pollo e non volerà mai più come un'aquila".

Poi decisero di fare un test. L’ornitologo prese l'aquila, la mise in alto e le disse supplichevolmente: «Tu che sei un'aquila, appartieni al cielo e non alla terra, spandi le ali e vola!" L'aquila sul pungo verso l’alto si guardò intorno. Dietro di lui vide i polli beccare il loro cibo e gli saltò vicino e beccò con loro.

L’ornitologo non si fermò lì. Il giorno dopo si recò con l'aquila sul braccio sul tetto della casa, la prese in braccio e disse, "Aquila, tu sei un'aquila, spiega le ali e vola!" Ma, appena l'aquila vide di nuovo i polli beccare in cortile saltò giù da loro e beccò insieme a loro.

Allora l'uomo disse. "Te l'ho detto, è un pollo e lui rimane un pollo" "No", disse l'altro, "Lui è un'aquila e ha ancora il cuore di un'aquila, proviamo ancora una volta. Domani la farò volare."

La mattina dopo andò con l'aquila fuori città su un alto monte. Sollevò l'aquila in alto e le disse: "Aquila, tu sei un'aquila. Appartieni al cielo, non alla terra Apri le ali e vola .." L'aquila tremava, ma non volava. Allora l’ornitologo la fece guardare verso il sole e all’improvviso l'aquila aprì le ali , si alzò in volo con il grido di un'aquila e non tornò mai più.

leggermente modificato da James Aggrey

Nota: Questa storia proviene dall'Africa e si conclude in originale con il seguente invito: "Popoli in Africa ! Siamo stati creati a immagine di Dio, ma la gente ci ha insegnato a pensare come i polli, e ancora pensiamo di essere veramente polli nonostante noi siamo aquile. Spiegate le ali e volate! E non siate mai soddisfatti con i grani gettati davanti a voi."

Kommentar verfassen